Sunday

, 9 August 2020

ore 15:56

Cronaca

31-07-2020 16:29

Crisi nera: il Pil italiano crolla del 12,4%
I dati del secondo trimestre: mai così basso dal 1995
 
Un crollo verticale tremendo. Questo riferisce l'analisi dell'Istat sul Prodotto interno lordo del nostro Paese: una diminuzione del 12,4% nel secondo trimestre dell'anno. È il valore più basso raggiunto dal 1995. Non che la notizia fosse inaspettata, ma questa è la conferma che stiamo vivendo il peggior periodo socio-economico del nuovo millennio, anche se, magra consolazione, il dato è meno pesante di quel che si aspettavano alcuni analisti e di quanto visto in alcuni vicini Paesi europei.

Il contraccolpo per l'emergenza Coronavirus è stato durissimo: il calo è stato del 12,4% congiunturale, cioè rispetto al primo trimestre, e del 17,3% in termini tendenziali, cioè rispetto allo stesso periodo del 2019. Il ministro dell'Economia Roberto Gualteri, però, precisa: "Questi dati sono pari a quali la metà del calo atteso dalle previsioni più negative circolate nelle ultime settimane".

La crisi non ha colpito solo l'economia italiana: gli Stati Uniti hanno pubblicato un crollo record del 32,9% del Pil nel secondo trimestre. In Francia, lo stesso arco di tempo, si è chiuso con un calo del 13,8% congiunturale. Ancor peggiore il contraccolpo sull'economia spagnola: il Pil iberico è crollato del 18,5% congiunturale, sempre nel secondo periodo dell'anno, mentre il crollo annuo arriva al -22,1 per cento. A livello aggregato di Eurozona, la stima flash di Eurostat parla di un calo del 12,1% sul trimestre precedente e nell'Unione euorpea allargata dell'11,9 per cento. Anche in questo caso è un record dall'inizio delle serie storiche.

"Con il risultato del secondo trimestre il Pil fa registrare il valore più basso dal primo trimestre 1995, periodo di inizio dell’attuale serie storica", ricorda l'Istat. Al risultato di forte calo ha contribuito una diminuzione del valore aggiunto in tutti i comparti produttivi, dall’agricoltura, silvicoltura e pesca, all’industria, al complesso dei servizi. Soltanto ieri, sempre l'Istat aveva rilasciato altri dati pesanti per quel che riguarda la disoccupazione con la perdita di 600 mila occupati da febbraio e 700 mila inattivi in più.

Mattia Mortarotti














Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Cartolina dalla Sicilia - Saluti da un vercellese in vacanza

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.