Monday

, 6 April 2020

ore 08:28

Cronaca

23-03-2020 06:58

Vercelli: la fake news dei 13 morti in piazza Mazzini
I decessi sono stati 4. Perché diffondere queste notizie?
 
"Nella casa di riposo di Vercelli, in meno di una settimana, sono mancate 13 persone molte delle quali con sintomi riconducibili al Coronavirus". È la fake news diffusa da Sean Sacco, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle. I morti, negli ultimi giorni in piazza Mazzini, sono stati comunque purtroppo quattro.

Il comunicato stampa dei pentastellati viene inviato ieri sera (domenica 22 marzo) nel pieno di un giorno difficilissimo per il Vercellese: si registrano infatti due morti, c'è un nuovo incremento dei casi di positività (leggi qui) e il contagio si diffonde più velocemente che in altre province (leggi qui).

Sacco parte da una critica alla politica dei tamponi, portati avanti dalla Regione Piemonte, poi spiega come "la situazione nelle strutture per anziani e non autosufficienti sta diventando infatti ogni giorno più pesante e costringe ormai a lavorare in condizioni estreme anche per le difficoltà a recuperare mascherine, indumenti protettivi per il personale e ad adottare strumentazioni cliniche diagnostiche come i tamponi nei casi di sospetta positività al Covid-19". Dopodiché diffonde il dato: "Nella casa di riposo di Vercelli in meno di una settimana sono mancate 13 persone molte delle quali con sintomi riconducibili al virus. Stando a quanto riferito, alcuni ospiti, nonostante una sintomatologia da Covid-19, non hanno ricevuto adeguata assistenza a partire dalla mancata effettuazione dei tamponi".

Il comunicato viene subito 'copiato, incollato e diffuso' da un blog. Mentre infuria la polemica politica in un gruppo di Facebook di cittadini - si, perché in città c'è chi riesce a polemizzare sui morti -, La Sesia inizia le verifiche: come tutti i giornalisti professionisti devono fare prima di pubblicare qualsiasi cosa.

Tant'è.

Alle 18.58 arriva la prima smentita sui 13 decessi in pochi giorni: "I morti sono quattro. Le salme sono già state recuperate e disposte in un luogo a parte come prevede il rigido protocollo in questi casi" ci spiega una nostra fonte. Perché se è vero che su quelle persone non è stato fatto il tampone per il Covid-19, è anche vero che i sintomi erano rinconducibili alla pandemia che sta sconvolgendo il mondo. Alle 19.10 troviamo la seconda smentita: "La situazione è complicata come lo è in tantissime strutture per anziani in Italia - ci spiegano - Ma non ci sono stati 13 decessi: i decessi sono stati quattro". Infine alle 19.35 ci telefona direttamente il sindaco, Andrea Corsaro: "Ho parlato con l'amministrazione della casa di riposo che smentito categoricamente questi numeri". Poi aggiunge: "Purtroppo dobbiamo comunque registrare il decesso di quattro ospiti".

Perché allora il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle ha detto che i decessi sono stati 13? Da chi è stato informato? C'è veramente qualcuno a Vercelli che cerca di 'buttarla in politica' davanti ai morti?

Matteo Gardelli
















Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Andrà tutto bene

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.