Monday

, 6 April 2020

ore 06:30

Cronaca

26-03-2020 10:24

Coronavirus, Vercellese: il maglificio che produce mascherine
Da 500 a 1.000 al giorno: 'Anziché la cassa integrazione ci siamo riconvertiti'
 
Emergenza Coronavirus: ci sono imprenditori che anziché scegliere la strada della cassa integrazione riconvertono la produzione e cercare di aiutare il loro territorio. È il caso della Brothers Pull che da maglificio si è trasformata in produttore di mascherine: da 500 a 1.000 al giorno. Un esempio che è finito alla ribalta proprio nelle ore in cui si è fatto più duro lo scontro fra la Regione Piemonte e i sindacati sulla disponibilità dei Dispositivi di protezione individuale (leggi qui).

"In questo modo - dice Paolo Cominetti - non graviamo sulle casse dello Stato, come avremmo invece fatto mettendo i dipendenti in cassa integrazione, e cerchiamo di dare una mano alla nostra provincia e non solo. Abbiamo nove dipendenti ma ne stiamo impiegando solo cinque perché ci sono alcune figure, come chi stira o tesse, non necessarie per le mascherine. Per ora chi non è impiegato lo abbiamo messo in ferie".

Cominetti spiega come vengono realizzati questi dispositivi: "Utilizziamo un tessuto di cotone che è repellente e antibatterico. Non solo. È lavabile fino a 60 volte. Queste mascherine - approfondisce Cominetti - sono utili a chi deve muoversi da casa".

Fabio Pellizzari
















Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Andrà tutto bene

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.